Prima di fare un'offerta Accedi o Crea un account gratuito.

Ci dispiace, questo lotto è chiuso!

Ingresso del Signore a Gerusalemme: Giardino fiorito, icona bulgara dipinta a mano. - Legno

Ingresso del Signore a Gerusalemme: Giardino fiorito, icona bulgara dipinta a mano. - Legno

Descrizione
Ingresso del Signore a Gerusalemme: Giardino fiorito, icona bulgara dipinta a mano. - Legno
Bulgaria - Fine XX secolo

La Domenica delle Palme è una commovente festa cristiana, religiosa e nazionale, che viene celebrata sia nelle chiese ortodosse che in quella cattolica e protestante una settimana prima di Pasqua, la domenica dopo il giorno di Lazzaro. Viene anche chiamata Vrabnitsa, Domenica dei Fiori, Vaya (Vaya), Kuklinden o (nelle chiese occidentali) Domenica delle Palme. Cade la sesta domenica di Quaresima

In questo giorno, la chiesa cristiana celebra l'ingresso di Gesù Cristo a Gerusalemme nei giorni che precedono la Pasqua ebraica. Secondo i Vangeli del Nuovo Testamento, Cristo arriva in città su un asino, ei fedeli lo salutano stendendo davanti a lui le loro vesti e rami d'ulivo.

Dopo aver resuscitato Lazzaro, fratello delle sorelle Marta e Maria, che avevano trascorso quattro giorni nel sepolcro, Gesù Cristo partì per Gerusalemme.

Quando si avvicinò alla città con i discepoli accompagnatori e raggiunse Witfagia, mandò due di loro ad andare al villaggio e a portargli l'asino e i suoi piccoli legati all'inizio del villaggio, e se qualcuno chiedeva loro perché lo facessero , hanno detto che era necessario. del Signore.

Quando hanno capito che l'asino era per Cristo, nessuno li ha fermati. La montò e così entrò solennemente a Gerusalemme. La notizia della risurrezione di Lazzaro lo aveva già raggiunto e mille persone marciarono verso Betania per incontrarlo.

Il popolo, vedendo in Gesù Cristo il Salvatore, agitava con entusiasmo rami di palma e lanciava fiori ai suoi piedi. Tutti cantavano: “Osanna! Beato colui che viene nel nome del Signore, re d'Israele.

I farisei, invece, comandarono a Cristo di vietare al popolo di rallegrarsi, al che Egli rispose: "Io vi dico che se tacciono, le pietre grideranno".

La processione è proseguita dall'altezza del Colle degli Ulivi fino al Tempio. Cristo espulse i contadini e gli acquirenti di vari beni raccolti nel suo cortile e compì molte guarigioni per i malati e gli infermi.

In questo giorno si recita una preghiera in chiesa e si benedicono i ramoscelli di salice. Vengono distribuiti ai credenti e tutti li portano a casa per la salute. I cancelli sono decorati con ramoscelli di salice e viene tessuta una corona di salice consacrata nella chiesa. I rami di salice simboleggiano le palme con cui Gesù Cristo fu accolto a Gerusalemme. In questo giorno, che è durante il periodo di digiuno, è consentito pescare.


L'onomastico è celebrato da tutti coloro che portano nomi derivati da nomi di piante:

Ablen (a) ("ablena" significa peonia di montagna; dal nome Ablena deriva il nome Albena, che Yordan Yovkov crea per l'eufonia), Aglika, Ahinora (significa respiro viola); il nome è stato creato da Nikolay Raynov per descrivere il suo personaggio (la regina Ahinora, moglie di Khan Asparuh) nel suo libro "Visions from Ancient Bulgaria"
Begonia, Belyan, Bilyan, Peonia, Basilico, Basilico
Veneta, Venelin (a), Venets, Ventsislav, Veronica, Viola, Violeta, Willow, Verban (a), Verbin (ka)
Gabar, Gabrina (da "gabar"), Gergin (a), Grozdan (k) a
Dahlia, Dafina, Delyan (a), Detelin (a), Dilyan (a), Drenka
Eli (da "vieni"), Elitsa, Encho, Enyo (da "enyovche")
Gelsomino
Zdravets, Zdravka, Zdravko, Giacinto
Iva (nome del salice), Iglika
Kala, Kalin, Kalina (nome), Kalia, Kamelia, Garofano, Polso
Lalo, Lalka, Latino (ka), Liana, Lila, Lily, Lilia, Lilyan (a), Loza (n), Lulyana
Magnolia, Lampone (s), Margarita (s), Crocus (s), Myrtle, Maiden (da "Maiden's Tear")
Neva, Neven (a), Nevyan (a), Nezabravka
Orchidea
Petunia
Rally, Ralitsa, Reneta (dal latino - "rinato"), Rosa, Rosalin (a), Rosan (a), Roxana, Rosen, Rositsa, Rosna, Rose
Sinchets, Sian (a), Smilyan (a), Smirne, Stephanie (dal greco - "ghirlanda")
Violetta, Violetta, Rosa
Fidan
Cveta, Cvetan (a), Cvetanka, Cvete, Cvetelin (a), Tsvetin (a), Tsvetka, Cvetomir (a), Cvetoslav (a), Tsvyatko
Acero (i), Frassino (i), Yasmine (i)

ATTENZIONE IMPORTANTE!

L'icona sarà ben imballata e spedita da Expert Transport (GLS EURO BAG).
La consegna viene effettuata entro pochi giorni.

Al momento, questa è l'unica possibilità a causa del divieto temporaneo di inviare navi internazionali con le poste bulgare.

Dettagli lotto
Oggetto
Ingresso del Signore a Gerusalemme: Giardino fiorito, icona bulgara dipinta a mano.
Materiale
Legno
Periodo stimato
Fine XX secolo
Paese d’origine
Bulgaria
Condizioni
In buone condizioni - usato, con piccoli segni dell’età.
Dimensioni
2×20×30 cm
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
o