Prima di fare un'offerta Accedi o Crea un account gratuito.

Ci dispiace, questo lotto è chiuso!

Julien Tiersot - Chansons populaires recueillies dans les Alpes françaises [Savoie et Dauphiné] - 1903

1903
Prima edizione stampata in 1350 copie numerate su carta velina.
Copia numero 203.

Volume spesso in-4
Legatura in mezza pelle rossa di L. Favre (Nantua).
Dorso a 4 fasce in rilievo decorato con decorazioni in oro, autore e titolo.

Il musicologo, etnomusicologo e compositore francese, Julien Tiersot (1857-1936) è stato il primo appassionato di musica popolare francese.

Cerca di costruire una storia di questa musica collegandola alle origini accademiche.

Le sue opere vanno oltre la cornice della musica e assumono una grande importanza sociologica.

Dal 1895, e fino al 1900, raccolse circa 450 canti popolari delle Alpi francesi con variazioni a seconda della località, raggiungendo così più di 1.200 spartiti (Wikipedia).

235 sono presentati in questo lavoro, con le melodie in partiture; canti storici, tradizionali, canti d'amore, canti relativi al matrimonio, pastori, coscritti e soldati, lavoro, balli, canti delle feste dell'anno, ninna nanna.

Stato molto buono

Sfregamento molto leggero, strappi e sporco su legatura solida e in ottime condizioni.

Molte piccole doratura sui bordi.

Assenza di foxing e tracce d'uso; interni in ottime condizioni.

Oggetto Libro
Numero di Libri 1
Soggetto Interesse regionale, Musica, Poesia, Rilegature pregiate, Senza prezzo di riserva
Autore/ Illustratore Julien Tiersot
Titolo del Libro Chansons populaires recueillies dans les Alpes françaises [Savoie et Dauphiné]
Condizioni Molto buone
Anno di pubblicazione dell’oggetto più vecchio 1903
Edizione 1° edizione
Lingua Francese
Lingua originale
Editore H. Falque et F. Perrin - Librairie Dauphinoise & François Ducloz - Librairie Savoyarde
Legatura Mezza pelle
Extra Edizione numerata
Numero di pagine 548
Dimensioni 29×23 cm
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
o