Interviste

Ti presentiamo i creatori che trasformano i Lego in arte

Scritto da Tom | 4 giugno 2021


I Lego hanno dimostrato di essere giocattoli intramontabili. Amati da bambini e adulti, questi mattoncini di plastica colorata hanno sfidato l’immaginazione dei creativi in erba, si sono prestati cause della comunità come il Pride e il loro valore è in aumento ancora oggi. Alcuni fan sono andati oltre con i Lego: capitalizzando il loro fascino flessibile, questi individui hanno trasformato i Lego in arte. Questo fenomeno, noto come My Own Creation (MOC), coinvolge qualsiasi tipo di costruzione Lego fatta al di fuori dei set ufficiali, dai modelli in scala agli arti protesici. Due artisti, Helma1peet e David Aguilar Amphoux, ci guidano attraverso il processo di creazione delle MOC e la gioia che questo comporta. 


Le creazioni promosse dai fan hanno sempre occupato un posto speciale nel cuore di artisti, marchi e creatori. Che si tratti di vedere qualcuno che fa la cover di una tua canzone, modella la sua moda sulla tua o ripropone ciò che hai creato in una forma completamente diversa, ben poco è in grado di competere in termini di adulazione. Lego non è estranea alla creatività dei suoi fan, che hanno aiutato il marchio a diventare una delle più popolari aziende di giocattoli al mondo. 



Vecchia fabbrica Pirelli di Helmapeet

«Ciò che ci affascina di Lego è la varietà delle possibilità di creare qualcosa» dice Helma di Helma1peet, un team di MOC olandese composto da sé stessa e dal collega Peter. «Puoi fare una quantità infinita di cambiamenti e non ci sono limiti alla tua immaginazione». Helma1peet sono creatori abituali e hanno avviato un’attività di successo costruendo modelli impressionanti che includono stravaganti sale da tè e vecchi capannoni ferroviari. 


Mentre il viaggio di Helma1peet nelle MOC è un’impresa frutto della passione, gli sforzi di David Aguilar Amphoux sono derivati, in parte, dalla necessità. David è nato con la sindrome di Poland, il che significa che gli manca il muscolo pettorale ma anche l’avambraccio destro. Lego ha fornito a David una tregua dal mondo esterno, attirandolo però in un altro universo fatto di invenzioni e ingegneria. 



Sala da tè di Helmapeet

«I Lego mi danno l’opportunità di rappresentare, artisticamente e tecnicamente, tutto ciò a cui riesco a pensare. La mia mente non conosce limite nel creare con questi famosi mattoncini: le possibilità sono innumerevoli».


Alcune di queste possibilità includevano la creazione di protesi con i Lego, aspetto che ha attirato l’attenzione dei media di tutto il mondo. Da un kit Lego per elicotteri, all’età di 18 anni David ha creato un braccio Lego funzionante che, una volta attaccato, era abbastanza forte da permettergli di fare flessioni. Soprannominato “Hand-Solo”, da allora ha creato un braccio più forte fatto sempre di Lego, che gli permetteva di afferrare oggetti più pesanti. Entrambe le creazioni sono notevoli prodezze di ingegneria e innovazione, tanto più impressionanti se si considera che David ha impiegato solo pochi giorni per realizzare il suo primo prototipo. 


Trovare l’ispirazione

 

Creare arte Lego è ben più che mettere insieme qualche mattoncino di plastica e continuare così (anche se sei il benvenuto a provare anche questa tattica). Ci vuole un po’ di fantasia, dice Helma. «Non dover costruire secondo un manuale è la più grande ispirazione per noi. Anche noi amiamo le sfide, ma ti puoi ispirare a qualunque cosa, che si tratti di osservare un edificio industriale o di passeggiare tra le case sul canale». 



Un’opera d’arte fatta interamente di Lego, soprannominata American Dream

David è d’accordo. «L’ispirazione mi arriva ogni volta che apro gli occhi e mi guardo intorno, specialmente quando vedo un’invenzione meccanica o robotica.»


Processo, strumenti e tempistiche


Le forme d’arte in generale sono forse troppo fluide per essere legate dalla nozione di processo, ma ci sono alcuni metodi per iniziare e creare qualcosa di speciale. Poiché i Lego sono illimitati nelle loro possibili creazioni, è utile stabilire alcuni limiti fin dall’inizio. 


«Si comincia con un’idea: cosa vuoi costruire. Una scena industriale, una casa, un treno» dice Helma. «Dopodiché, è importante per me stabilire la prima linea di Lego su cui voglio costruire e le dimensioni in termini di piastre. Preferisco costruire diverse unità modulari di 16 x 16 a diverse altezze, mi assicuro che tutto sia impilabile, modulare e robusto pensando all’imballaggio e alla spedizione. Voglio che ci siano anche versatilità e differenza. Ogni unità ha il suo carattere: a volte le finestre e le porte sono protagoniste, mentre altre creazioni devono emanare un aspetto industriale». 



Per Helmapeet, avere abbastanza Lego è un buon inizio. Poi si tratta di mettere in pratica la tua visione, pur lasciandola evolvere man mano che il processo va avanti.

E anche se potresti avere la tentazione di eseguire la tua visione esattamente come l’avevi immaginata, Helma dice che parte del processo è lasciare andare la tua idea e sviluppare una sensazione di fondo per la tua creazione, mentre continui a costruirla. «Le idee crescono durante il processo di costruzione. Ho in mente come dovrebbe essere l’oggetto, ma non mi fisso troppo sui dettagli del prodotto finale, solo sul fatto che tutti i dettagli applicati durante la costruzione possano contribuire a un bel risultato finale.»


Se sei più ambizioso con le tue creazioni, come David, un po’ di competenza tecnica ti porterà molto lontano. «I Lego hanno la capacità di rendere forme rotonde con pezzi cubici e piatti, quindi è necessario sapere quali tecniche utilizzare, come se si stesse imparando una nuova lingua. Per prima cosa, stampo i piani di ciò che voglio ricreare, poi trasformo le dimensioni reali nella scala desiderata e misuro i profili del piano nel programma Stud.io. Comincio a costruire e controllo che la mia creazione si attenga al disegno su carta stampata. Considero un progetto finito solo quando ho già controllato mille volte che l’oggetto sia esattamente uguale al modello reale.»



David dice che, a seconda del modello, il processo di creazione può richiedere da un giorno fino a un mese per essere completato

Non c’è nemmeno bisogno di fare le cose di fretta, la bellezza delle MOC sta nel processo, dice David – anche se poter creare qualcosa in un breve lasso di tempo è immensamente soddisfacente. «A seconda del modello e della scala, può volerci da un giorno fino a un mese intero. Nel caso di un razzo che ho costruito di recente, mi ci è voluta una settimana per realizzarlo e perfezionarlo». E anche se non sei contento del prodotto finito, Lego ti permette di scomporre il tuo modello, pezzo per pezzo, e ricostruirlo. «A volte devo rompere tutto quando ero già arrivata a metà, perché non è quello che avevo in mente» dice Helma. «E va bene così. Non si può sempre creare qualcosa di perfetto al primo colpo, però non bisogna mai arrendersi». 


Consigli per iniziare


Osservare la gamma di creazioni dà una prospettiva emozionante, ma allo stesso tempo può sembrare un muro insormontabile per un principiante appassionato di Lego. Tuttavia, a differenza di molti altri processi creativi, la MOC è davvero una questione di apprendimento per tentativi – e tanta pratica. 


«Se ti interessa, fallo! Chiunque può creare MOC, sia piccole che grandi. La realtà è che puoi fare qualsiasi cosa con i Lego, ma non renderti le cose troppo difficili all’inizio» spiega Helma. «Per i primi tempi, usa internet come ispirazione, prima di lanciarti nelle tue visioni. Non importa quanto sarà grande la tua MOC, sarà più facile se penserai sempre a unità più piccole impilabili. E assicurati di avere abbastanza Lego a casa, pensa a quello che vuoi creare e sii pronto a comprarne altri. Concentrati su ciò che credi possa abbellire la tua creazione – gli appassionati lo noteranno». 



Spaceship After Herge di David Aguilar Amphoux

David condivide questo sentimento. Anche se ha iniziato a costruire in giovane età con in mente l’innovazione, il vero fascino delle MOC sta nel poter contemplare qualcosa di bello a lavoro ultimato. «Un’opera d’arte costruita con pezzi Lego è qualsiasi creazione che sia tecnicamente bella. L’unico consiglio che mi sento di dare a tutti gli artisti Lego è di non smettere mai di costruire, perché vengono create opere artistiche e tecniche sempre più spettacolari. Questo serve da ispirazione per i più giovani di noi, affinché possano creare con pezzi pieni di possibilità e ridefinire le potenzialità dei Lego». 


____________________

Dai un’occhiata alle nostre più recenti aste di Lego per trovare l’ispirazione, oppure registrati come venditore su Catawiki.


Scopri altri Lego | giocattoli 


Potrebbero interessarti anche: 


5 set LEGO il cui valore è in aumento

I 10 set LEGO più costosi

L’evoluzione della Millennium Falcon LEGO

Crea il tuo account gratuito
Ogni settimana su Catawiki troverai una selezione incredibile di oggetti speciali in offerta. Iscriviti oggi ed esplora le aste settimanali curate dal nostro team di esperti.
Hai un account Catawiki? Accedi
Condividi questo oggetto
Close Created with Sketch.
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
Registrati subito