Prima di fare un'offerta Accedi o Crea un account gratuito.

Ci dispiace, questo lotto è chiuso!

Filippo Tommaso Marinetti / Giacomo Balla - Tres belle lettre autographe signée à en-tête " Il Futurismo rivista sintetica " - 1923

Filippo Tommaso Marinetti / Giacomo Balla - Tres belle lettre autographe signée à en-tête " Il Futurismo rivista sintetica " - 1923

Bellissima e rara lettera di Marinetti, scrittore italiano, iniziatore del Futurismo con la carta intestata stampata con il superbo “Il pugno Boccioni” di Giacomo Balla, opera emblematica del futurismo italiano.


Filippo Tommaso Marinetti.
Lettera firmata a mano.
Nessun luogo, datato 23/01/23
2 pagine (un foglio di 28 cm x 22 cm scritto su entrambi i lati).
Carta crema abbastanza fine. 21 righe in inchiostro nero (+formula introduttiva) in una bella scrittura ampia. Firma superba.

Destinatario: una certa Madame Gouvy, sicuramente amica intima di Madame Aurel (che è menzionata nella lettera e che teneva un salone, 20 rue du printemps, a Parigi, un salotto molto popolare che Marinetti frequentava assiduamente).

Lettera con diverse intestazioni rosso vivo, il che la rende notevole

-Carta intestata stampata in rosso brillante: "Il Futurismo rivista sintetica, diretta da F.T Marinetti" letteralmente la rivista sintetica del Futurismo. Famosa rivista futurista guidata da Marinetti, nata nella continuità della serie dei manifesti, pubblicata in 11 numeri tra il 1923 e il 1931 11, l'ultimo, è dedicato al Primo Congresso futurista, la lettera del 1923 appena lanciata dalla rivista.
-Carta intestata stampata in rosso brillante: "Direzione del movimento futurista: corso venezia, 61- Milano". Traduzione: Direzione del movimento futurista: corso venezia, 61- Milano. Fu l'unico centro direzionale del movimento futurista italiano che, dopo
La mossa di Marinetti, lo seguì alla Roma.

-Carta intestata stampata in rosso brillante: La famosa vignetta di Giacomo Balla, disegnata da Giacomo Balla nel 1915 quando Umberto Boccioni era in guerra, il Boccioni Fist (Il pugno Boccioni) o per essere precisi, “Linee di forza dal pugno di Boccioni” (Lignes de force du poing de Boccioni) è una delle opere emblematiche del futurismo italiano. L'anno successivo il disegno sarà presentato sulla prima pagina de "L'Italia Futurista" con l'annuncio della prematura scomparsa di Boccioni. Successivamente fu scelto come emblema per la carta intestata del movimento futurista. L'obiettivo di Balla era quello di rappresentare il movimento del corpo di Boccioni mentre si preparava a prendere a pugni qualcosa.

Interessante lettera in cui Marinetti evoca molte cose del suo lavoro e delle sue poesie a volte in modo umoristico.
"Madame,
Je vais un peu mieux.
Encore une fois merci - Je vous adresse aujourd'hui même le volume " i poeti futuristi ", qui contient sept poèmes français de moi, que j'aime particulièrement. Veuillez présenter vous-même à Mme Aurel ce volume , qui lui est dédié, en la priant de fixer la conférence de Divoire sur mon oeuvre vers la fin de février ou au commençement de Mars.
Vous avez raison d'aimer " En volant sur le coeur de l'Italie " et le " discours du volcan " , que je déclamerai moi-même très volontiers à la fin de la séance, à moins que Mme Aurel ne préfère que j' assist dans un petit coin, bien sage, comme un futuriste apprivoisé !!
Bien des amiés à M.Gouvy . Ci-joint La chambre de l'officier . Une forte poignee de main à vous.
F.T Marinetti. "

In questa lettera, Marinetti fa riferimento a:
-Gli “I poéti futuristi”: antologia dei poeti futuristi fin dall'inizio pubblicata nel 1912 in cui sono contenute 7 poesie di Marinetti.
-alle poesie “En volant sur le coeur de l'Italie” e “discours du volcan” che furono pubblicate nella sua raccolta “Le Monoplane de Pape: Roman politique en vers libres” pubblicata nel 1912 e particolarmente rappresentative della poesia di Marinetti.
-Al suo gioco futuristico “La chambre de l'officier” un dramma di oggetti!! Uno dei successi più sorprendenti di Marinetti nel
genere "senza parole"!!!

-A Madame Aurel che dal 1915 alla sua morte tenne un salotto letterario, in rue du Printemps a Parigi, dove ricevette i poeti Jean Cocteau, Max Jacob, Lucie Delarue-Mardrus, Sibilla Aleramo3, Anna de Noailles, Guillaume Apollinaire tra gli altri . Secondo la lettera, vi sarebbero state lette le poesie di Marinetti; gli piaceva leggerli lui stesso ma sarebbe stato pronto ad assistere alla lettura, in un angolo, educato, “come un futurista addomesticato”!!!


Condizione: molto buono. Il bordo sinistro è leggermente sfilacciato con un piccolo strappo nella piega centrale della lettera senza carta mancante e senza intaccare il testo. Lettera piegata in quattro, carta brunita ai bordi e alle pieghe (vedi foto).

Oggetto Lettera autografa firmata
Numero di Libri 1
Soggetto Arte, Letteratura, Manoscritti, Poesia, Teatro
Autore/ Illustratore Filippo Tommaso Marinetti / Giacomo Balla
Titolo del Libro Tres belle lettre autographe signée à en-tête " Il Futurismo rivista sintetica "
Condizioni Molto buone
Anno di pubblicazione dell’oggetto più vecchio 1923
Edizione 1° edizione
Lingua Francese
Lingua originale
Legatura Pagina singola
Extra Firmato dall'Autore
Numero di pagine 2
Dimensioni 28×22 cm
Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 65.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
o