Non sei ancora registrato?
Creando il tuo account Catawiki gratuito, potrai fare offerte scegliendo tra i nostri 75.000 oggetti speciali all'asta ogni settimana.
oAccedi

N. 76551037

Venduti
Giovanni Battista Piranesi (1720-1778) - Piazza di spagna
Offerta finale
845 €
12 settimane fa

Giovanni Battista Piranesi (1720-1778) - Piazza di spagna

Rarissima, Lastra enorme. Firmata a destra in basso Piranesi Architetto fec. Testo al centro in basso: Veduta di Piazza di Spagna./ A sinistra in basso: 1. Fontana detta la Barcaccia, Architettura del Cav. Bernino. 2. Scalinata, / che conduce sul Monte Pincio. 3. Chiesa col Monastero della SS. Trinità de' Monti/ officiata dai Frati minimi di S. Francesco di Paola della Nazione Franzese. 4. Strada / del Babuino, che và alla Porta del Popolo. 5. Obelisco sulla Piazza del Popolo. Indirizzo e prezzo in basso a destra: Presso l'Autore a Strada Felice nel Palazzo Tomati vicino alla Trinità de' monti. A paoli due e mezzo Bibl.: Oeuvres (1750) 23; E 795; I 43, 18 IV, C 707; VS (1978) D 15 V, WE (1978) 21; WE 154 Datazione: 1750-51 Si nota l'assenza del lastricato e dell'obelisco di fronte a Trinità dei Monti. Quest'ultimo, eretto nel 1808, realizza due secoli dopo un disegno di Sisto V. Al centro della piazza la Barcaccia di Pietro Bernini, convoglia i condotti dell'Aqua Virgo, che discendono da via del Bottino (altro nome che allude ad apparati idraulici al servizio dell'acquedotto) per indirizzarsi lungo via dei Condotti, percorrere via della Scrofa (con la fontanella della Scrofa), per poi alimentare le fontane del Pantheon e di Piazza Navona. Il nome Barcaccia allude sia alle imbarcazioni che venivano comunemente ritenute adatte alle naumachie - l'invaso della piazza aveva fama di essere una sede deputata a questi tornei in età imperiale - che alle piccole e fatiscenti imbarcazioni da carico e traghetto che affollavano il vicino porto di Ripetta. La scalinata, alla destra della veduta, terminata nel 1726, su disegno dell'architetto di stampo neo-borrominiano De Sanctis, pone in diretta comunicazione i due poli urbani: del porto di Ripetta e di Trinità dei Monti. Attraverso il suo prolungamento ideale in via Condotti la scalinata risolve brillantemente oltre a un problema di traffico, che si era già posto nel 1704 con la risistemazione dell'area del porto, anche un problema di decoro urbano, riqualificando con un intervento urbanistico una zona dall'incerta proprietà e dagli usi disparati e non sempre leciti, in zona pedonale, opera di pubblica utilità (C. D'Onofrio, Scalinate di Roma, Roma 1974). Di pochi anni anteriore è una veduta della piazza di Giuseppe Vasi (17010-1782), primo maestro del Piranesi a Roma, che mostra una veduta frontale della scalinata, senza l'o-belisco di Trinità dei Monti, di una freddezza e di un rigore formale assolutamente distanti dal Piranesi. L’opera ha subito un lavaggio da persone esperte che hanno utilizzato i massimi criteri di realizzazione. Opera certificata Francesco Martinelli Roma . #tableau23

N. 76551037

Venduti
Giovanni Battista Piranesi (1720-1778) - Piazza di spagna

Giovanni Battista Piranesi (1720-1778) - Piazza di spagna

Rarissima,
Lastra enorme.

Firmata a destra in basso Piranesi Architetto fec.
Testo al centro in basso: Veduta di Piazza di Spagna./
A sinistra in basso: 1. Fontana detta la Barcaccia, Architettura del Cav. Bernino. 2. Scalinata, / che conduce sul Monte Pincio. 3. Chiesa col Monastero della SS. Trinità de' Monti/ officiata dai Frati minimi di S. Francesco di Paola della Nazione Franzese. 4. Strada / del Babuino, che và alla Porta del Popolo. 5. Obelisco sulla Piazza del Popolo.

Indirizzo e prezzo in basso a destra: Presso l'Autore a Strada Felice nel Palazzo Tomati vicino alla Trinità de' monti. A paoli due e mezzo


Bibl.: Oeuvres (1750) 23; E 795; I 43, 18 IV, C 707; VS (1978) D 15 V, WE (1978) 21; WE 154
Datazione: 1750-51


Si nota l'assenza del lastricato e dell'obelisco di fronte a Trinità dei Monti. Quest'ultimo, eretto nel 1808, realizza due secoli dopo un disegno di Sisto V.
Al centro della piazza la Barcaccia di Pietro Bernini, convoglia i condotti dell'Aqua Virgo, che discendono da via del Bottino (altro nome che allude ad apparati idraulici al servizio dell'acquedotto) per indirizzarsi lungo via dei Condotti, percorrere via della Scrofa (con la fontanella della Scrofa), per poi alimentare le fontane del Pantheon e di Piazza Navona. Il nome Barcaccia allude sia alle imbarcazioni che venivano comunemente ritenute adatte alle naumachie - l'invaso della piazza aveva fama di essere una sede deputata a questi tornei in età imperiale - che alle piccole e fatiscenti imbarcazioni da carico e traghetto che affollavano il vicino porto di Ripetta.
La scalinata, alla destra della veduta, terminata nel 1726, su disegno dell'architetto di stampo neo-borrominiano De Sanctis, pone in diretta comunicazione i due poli urbani: del porto di Ripetta e di Trinità dei Monti. Attraverso il suo prolungamento ideale in via Condotti la scalinata risolve brillantemente oltre a un problema di traffico, che si era già posto nel 1704 con la risistemazione dell'area del porto, anche un problema di decoro urbano, riqualificando con un intervento urbanistico una zona dall'incerta proprietà e dagli usi disparati e non sempre leciti, in zona pedonale, opera di pubblica utilità (C. D'Onofrio, Scalinate di Roma, Roma 1974). Di pochi anni anteriore è una veduta della piazza di Giuseppe Vasi (17010-1782), primo maestro del Piranesi a Roma, che mostra una veduta frontale della scalinata, senza l'o-belisco di Trinità dei Monti, di una freddezza e di un rigore formale assolutamente distanti dal Piranesi.

L’opera ha subito un lavaggio da persone esperte che hanno utilizzato i massimi criteri di realizzazione.
Opera certificata Francesco Martinelli Roma .

#tableau23

Imposta un’allerta di ricerca
Imposta un’allerta di ricerca per ricevere una notifica quando sono disponibili nuove corrispondenze.

Questo oggetto era presente in

Come fare acquisti su Catawiki

Scopri di più sulla nostra Tutela degli acquirenti

      1. Scopri oggetti speciali

      Esplora migliaia di oggetti speciali selezionati da esperti. Osserva le foto, i dettagli e il valore stimato di ogni oggetto speciale. 

      2. Fai l’offerta più alta

      Trova qualcosa che ti interessa e fai l’offerta migliore. Puoi seguire l’asta fino alla fine o lasciare che il nostro sistema faccia le offerte per te. Non devi fare altro che impostare un’offerta per l’importo massimo che desideri pagare. 

      3. Paga in tutta sicurezza

      Effettua il tuo pagamento e noi lo terremo al sicuro finché il tuo oggetto speciale non sarà arrivato a destinazione sano e salvo. Utilizziamo un sistema di pagamento affidabile per gestire tutte le transazioni. 

Hai qualcosa di simile da vendere?

Possiamo aiutarti a guadagnare di più dai tuoi oggetti speciali, che tu venda professionalmente o sia nuovo nel mondo delle aste online.

Vendi il tuo oggetto