Not registered yet?
By creating your free Catawiki account, you’ll be able to bid on any of our 75,000 special objects up for auction every week.
orSign in

No. 76274837

Sold
Alberti L.B. - Della Architettura della Pittura e della Statua - 1782
Final bid
€ 850
11 weeks ago

Alberti L.B. - Della Architettura della Pittura e della Statua - 1782

Alberti Leon Battista Della Architettura della Pittura della Statua di Leonbatista Alberti In Bologna - 1782 - Instituto delle Scienze (Petronio Dalla Volpe) (16), 341, (3)p. 69 c. di tav. ill. In folio grande - 36 X 24,5 cm. “ L’ OPERA DELL’ HOMO UNIVERSALIS DEL RINASCIMENTO CHE MISURO’ LA BELLEZZA “. Bellissima PRIMA EDIZIONE di questo trattato, che raccoglie tre testi fondamentali. GRAESSE I, 52 BRUNET 131 FOWLER 12 SCHLOSSER p. 126/27 “Tres belle edition faite avec beaucoup de soin”. CHOIX 8054 Architetto prototipo dell’ artista intellettuale, l’ Alberti fu anche pittore, scultore, matematico, crittografo, cultore dei classici, commediografo e musicista. Tutta la forza del percorso culturale e professionale e’ intrinseco nelle tre parti dell’ opera, che si apre con il “De re aedificatoria”, diviso in X libri e primo trattato moderno di architettura. Composto a partire dal 1450, al tempo del febbrile riassetto urbanistico di Roma avviato dal Giubileo. L’ intento era quello di aggiornare l’ omonima opera di Vitruvio. Alberti sottolineo’ l’ importanza del progetto, esamino’ tutti gli edifici dell’ antichità “per cavarne elementi utili” e descrisse le diverse tipologie di costruzioni a seconda della loro funzione. Il secondo trattato nell’ opera, il “De pictura”, in tre libri, sarebbe stato redatto intorno al 1435 in volgare e solo successivamente in latino. L’ Alberti nella sua costante ricerca di regole, teoriche o pratiche, in grado di guidare il lavoro degli artisti, pose qui le basi della pittura dei quattro secoli successivi, fissando i principi di “circoscrizione, composizione e colore”. Il terzo trattato di questo prezioso volume e’ il “De statua”, dove l’ Alberti scrisse la nota definizione della scultura distinguendo tra il “togliere e aggiungere” terra e cera, tipico dei “modellatori” ed il “levare”, la pietra degli scultori. Espose anche le proporzioni del corpo umano e Leonardo da Vinci realizzo’ il suo “Uomo vitruviano” a partire dalle “Tabule dimensionum” albertiane. Con la traduzione a cura dell’ umanista e filologo Cosimo Bartoli. Contiene 69 splendide tavole numerate (alcune più volte ripiegate). Le incisioni sono tutte firmate Pio Panfili (1723/1812). Bella e robusta legatura ottocentesca in piena pergamena rigida con laccetti passanti. Carte forti, fresche, ad ampi margini e ben conservate, compresi il frontespizio (con lieve foxing), le eleganti incisioni nel testo (testatine e finalini), gli occhielli e le 69 bellissime tavole. Tracce di gallerie tarlacee e puntiformi, non fastidiose, alle carte (alcune restaurate), comunque mai invasive, con rare perdite dì pochissime lettere di testo. Godibilissime e senza perdita d’ inciso tutte le 69 tavole. Rare e lievi fioriture e gore marginali, con sporadiche bruniture. Alcuni errori di numerazione e collocazione delle pagine ma TUTTE le carte e tavole sono presenti. Sguardie rinnovate, con exlibris cartaceo al recto della sguardia anteriore. Buona conservazione generale dell’ opera. COLLAZIONATO. COMPLETO

No. 76274837

Sold
Alberti L.B. - Della Architettura della Pittura e della Statua - 1782

Alberti L.B. - Della Architettura della Pittura e della Statua - 1782

Alberti Leon Battista

Della Architettura della Pittura della Statua
di Leonbatista Alberti

In Bologna - 1782 -
Instituto delle Scienze (Petronio Dalla Volpe)

(16), 341, (3)p. 69 c. di tav. ill.
In folio grande - 36 X 24,5 cm.

“ L’ OPERA DELL’ HOMO UNIVERSALIS DEL RINASCIMENTO CHE MISURO’ LA BELLEZZA “.

Bellissima PRIMA EDIZIONE di questo trattato,
che raccoglie tre testi fondamentali.
GRAESSE I, 52
BRUNET 131
FOWLER 12
SCHLOSSER p. 126/27

“Tres belle edition faite avec beaucoup de soin”.
CHOIX 8054

Architetto prototipo dell’ artista intellettuale,
l’ Alberti fu anche pittore, scultore, matematico, crittografo, cultore dei classici, commediografo e musicista.

Tutta la forza del percorso culturale e professionale e’ intrinseco nelle tre parti
dell’ opera, che si apre con il “De re aedificatoria”, diviso in X libri e primo trattato moderno di architettura.
Composto a partire dal 1450, al tempo del febbrile riassetto urbanistico di Roma avviato dal Giubileo.
L’ intento era quello di aggiornare l’ omonima opera di Vitruvio.
Alberti sottolineo’ l’ importanza del progetto, esamino’ tutti gli edifici dell’ antichità
“per cavarne elementi utili” e descrisse le diverse tipologie di costruzioni a seconda della loro funzione.
Il secondo trattato nell’ opera, il “De pictura”,
in tre libri, sarebbe stato redatto intorno al 1435 in volgare e solo successivamente in latino.
L’ Alberti nella sua costante ricerca di regole, teoriche o pratiche, in grado di guidare il lavoro degli artisti, pose qui le basi della pittura dei quattro secoli successivi, fissando i principi di
“circoscrizione, composizione e colore”.
Il terzo trattato di questo prezioso volume e’
il “De statua”, dove l’ Alberti scrisse la nota definizione della scultura distinguendo tra
il “togliere e aggiungere” terra e cera, tipico
dei “modellatori” ed il “levare”, la pietra degli scultori.
Espose anche le proporzioni del corpo umano
e Leonardo da Vinci realizzo’ il suo “Uomo
vitruviano” a partire dalle “Tabule dimensionum”
albertiane.

Con la traduzione a cura dell’ umanista e filologo Cosimo Bartoli.
Contiene 69 splendide tavole numerate
(alcune più volte ripiegate).
Le incisioni sono tutte firmate Pio Panfili
(1723/1812).

Bella e robusta legatura ottocentesca in piena pergamena rigida con laccetti passanti.

Carte forti, fresche, ad ampi margini e ben conservate, compresi il frontespizio (con lieve foxing), le eleganti incisioni nel testo (testatine e finalini), gli occhielli e le 69 bellissime tavole.
Tracce di gallerie tarlacee e puntiformi, non fastidiose, alle carte (alcune restaurate), comunque mai invasive, con rare perdite dì pochissime lettere di testo.
Godibilissime e senza perdita d’ inciso tutte
le 69 tavole.
Rare e lievi fioriture e gore marginali, con sporadiche bruniture.
Alcuni errori di numerazione e collocazione delle pagine ma TUTTE le carte e tavole sono presenti.
Sguardie rinnovate, con exlibris cartaceo al recto della sguardia anteriore.

Buona conservazione generale dell’ opera.
COLLAZIONATO. COMPLETO


Seller's Story

Ancient books' 500 / '600 /' 700
Translated by Google Translate
Set a search alert
Set a search alert to get notified when new matches are available.

This object was featured in

How to buy on Catawiki

Learn more about our Buyer Protection

      1. Discover something special

      Browse through thousands of special objects selected by experts. View the photos, details and estimated value of each special object. 

      2. Place the top bid

      Find something you love and place the top bid. You can follow the auction to the end or let our system do the bidding for you. All you have to do is set a bid for the maximum amount you want to pay. 

      3. Make a secure payment

      Pay for your special object and we’ll keep your payment secure until it arrives safe and sound. We use a trusted payment system to handle all transactions. 

Have something similar to sell?

Whether you're new to online auctions or sell professionally, we can help you earn more for your special objects.

Sell your object